Psicologia Aziendale

NEUROSCIENZE COGNITIVE APPLICATE ALLE DECISIONI ED AL CONTESTO AZIENDALE

Comprendono l’area di ricerca denominata psicologia economica, economia (o finanza) comportamentale o più recentemente la Neuroeconomia, all’interno della quale interagiscono  Neuroscienze, Psicologia ed Economia.

Il nostro interesse è focalizzato sul miglioramento dei risultati aziendali, in particolare la redditività e la sostenibilità quindi, comprendere il funzionamento della mente quando è impegnata in questioni economiche e finanziarie, all’interno dell’ambito dello studio delle decisioni, del giudizio, delle rappresentazioni e della teoria della mente, interpretando i fenomeni economici come una conseguenza di processi psicologici  e correlati biologici dei processi mentali..

Lo studio consiste nella intersezione delle relazioni e  specifiche competenze afferenti a discipline diverse.

Il paradigma classico della scelta, come calcolo logico da parte degli individui nelle decisioni economiche, non è aderente alle teorie normative della scelta e conduce a decisioni diverse da quelle attese da un agente cognitivo “razionale” , tenuto conto del fatto che gran parte dei  processi avviene al di sotto del livello di coscienza e solo una minima parte  è definibile come deliberato e consapevole infatti , la prevalenza dei processi, ben oltre il 95%, avviene in modo automatico  ed è sono influenzato da meccanismi “affettivi”  che determinano la direzione delle rappresentazioni, delle decisioni e delle scelte.

 

La nozione di funzione di Utiità in base alla quale crediamo di associare ad ogni azione un valore che ne specifichi la desiderabilità è tra le contraddizioni più evidenti, infatti nel modello razionale i soggetti adottano scelte in funzione delle azioni che producono il risultato piu desiderabile con il massimo grado di utilità, ma l’introduzione della motivazione e delle emozioni e dei sistemi di rappresentazione inconsci ridefiniscono il concetto di utilità introducendo una valutazione Extra-Razionale più ampia, che introduce un concetto nuovo di intelligenza e razionalità e ridiscute i modelli tradizionali definiti su relazioni lineari tra motivazione e piacere e, razionalità e logica, ponendo in evidenza la mancanza di accesso cognitivo  dei processi deliberaivi osservabili in modo diverso dallla semplice osservazione.

Tra le scoperte rilevanti, evidenziate all’interno di modelli dei giochi (il comportamento del vincere o perdere) il denaroè in grado di attivare aree di gratificazione simili a quelle attivate dai “rinforzi primari” del tutto analoghe a quelle implicate nella’assunzione di cibo e droghe conferendo al denaro una utilità diretta, un valore intrinseco non fondato su quanto può procurare in termini di acquisti.

 

Le Neuroscienze consentono di comprendere l’attività mentale sottostante ai comportamenti Economici ed alle decisioni in ambito Finanziario, mostrando un elevato impatto in termini di suggestione e di comunicazione ad esempio, l’inutilità di fare domande per comprendere il comportamento,  preferendo l’azione,  in mancanza della quale è possibile osservare direttamente l’attività cerebrale.

Il binomio Economia- Neuroscienze consente di porre in evidenza, analizzare, studiare,  valutare e predire, l’esistenza di elementi di congiunzione inattesi tra i processi del pensiero e comportamento economico, tra meccanismi di scelta ed elementi emotivi e motivazionali.

PERCHÈ LE NEUROSCIENZE E LA PSICOLOGIA AIUTANO L’AZIENDA

Riflettiamo ! Qualunque azione è determinata da un pensiero, attivato da stimoli, motivazioni ed emozioni, che agiscono in modo non consapevole.

Emozioni e motivazioni generano i pensieri, momenti di consapevolezza che generano le nostre azioni, i comportamenti, determinano ed influenzano le relazioni. Motivazioni ed Emozioni  determinano il risultato.

La strategia, l’ideazione, le relazioni  tra persone , il loro benessere, la loro soddisfazione all’interno delle organizzazioni, gli aspetti di natura commerciale , la vendita,  il packaging, la comunicazione, il marketing, i sistemi di incentivo, l’influenza sulle decisioni di acquisto e di riacquisto, sono parte del risultato aziendale e non possono prescindere dalla conoscenza delle dinamiche di decisione.

Le aziende sono le persone che le abitano, coloro dedicandosi al funzionamento nei ruoli e funzioni specifiche determinano il risultato aziendale. Il risultato aziendale è il risultato dell’uomo.

Le neuroscienze cognitive completano e  supportano l’analisi economica, la gestione operativa  e l’attività manageriale in ordine al miglioramento delle relazioni, alle dinamiche di comprensione, di valutazione, di giudizio, di comportamento  e di scelta, concorrendo a far emergere  il valore a partire dalla definizione delle strategie, della comunicazione, nelle vendite.

Anche il contributo più strettamente psicologico  ha il ruolo di accompagnare gli altri momenti consulenziali, al fine di mettere in evidenza, affrontare e risolvere quegli aspetti di natura emozionale, relazionale o quelle modalità di rappresentazione erronea, che costituiscono un ostacolo al corretto funzionamento dell’azienda e che spesso ne limitano l’efficacia. Aree di interesse aziendale.

OBIETTIVI E STRUMENTI ED AREE DI INTERVENTO

Il nostro obiettivo è il miglioramento del risultato economico in azienda in termini di redditività e sostenibilità che avviene delineando  le relazioni tra il risultato economico e le determinanti di natura Economico Finaziaria e le rispettive relazioni , insieme agli aspetti psicologici e del comportamnto che derivano dalle competenze delle Neuroscienze cognitive applicate.

Una prima fase di valutazione o ceck-up  consiste nella valutazione dei risultati sotto i 5 punti di equilibrio aziendale:

  • Economico
  • Finanziairo
  • Reddituale
  • Patrimoniale
  • Temporale

Defindo una situazione :

  1. Attuale
  2. Prospettica ottimale (range di valori)
  3. Potenziale

Analizzando l’azienda nel suo complesso e valutando nella linea di generazione del valore le aree di natura operativa e le frizioni che non generano risultai ottimai o insoddisfacenti

La proposta nel campo delle Neuroscienze Cognitive si articola in due direzioni tra loro complementari, con l’obiettivo di rispondere a precise esigenze aziendali:

  • Ambiti di consulenza delle Neuroscienze cognitive
  • Analisi Bio-Strutturale ed Attitudine-Adeguatezza al ruolo

Consulenza Psicologica

Psicologia cognitivo-comportamentale: accompagna altri momenti della consulenza, al fine di mettere in evidenza, affrontare e risolvere quegli aspetti di natura emozionale, relazionale di ostacolo alla comunicazione ed al corretto funzionamento dell’azienda che  spesso limitano l’efficacia dell’intervento di consulenza stessa.
Neuroscienze: attraverso lo studio dell’attività cerebrale nell’esecuzione dei compiti, dai più semplici ai più complessi, ci aiutano a comprendere come il linguaggio, la memoria, il ragionamento, il calcolo, le emozioni, possano rispondere in modo innovativo a diverse esigenze aziendali ed aiutano a costruire oltre alla strategia, vantaggi competitivi difficilmente replicabili.

.

Analisi bio-strutturale e Attitudine-Adeguatezza

Siamo all’interno di metodi e processi strutturati che derivano dallo studio e dalla ricerca delle Neuroscienze cognitive  rivolti a conoscere, individuare e gestire, i tratti profondi caratteristici della persona,  le aree extra-razionali , attraverso le quali percepiamo la realtà e adottiamo i comportamenti. Il temperamento include gli aspetti e le caratteristiche della personalità, i tratti biologici e genetici, non modificabili, attraverso i quali percepiamo l’ambiente esterno. Le persone agiscono in funzione di come percepiscono le informazioni. Lavorare esclusivamente sul comportamento non è risolutivo nelle relazioni.

Approfondimenti

PERFORMANCE MIND E BRAIN MANAGEMENT

Performance Mind e Brain Management

Sono le nostre 2 idee di progetto dedicate alle aziende, l’ambizione è riuscire a far emergere le  potenzialità delle persone e migliorarne la comunicazione agevolando i rapporti e la fluidità della comprensione.

“Perché il risultato dipende dalla comunicazione efficace.”

“ Che siano numeri o soddisfazioni nulla avviene senza la corretta comunicazione.”

“ C’è un’enorme differenza tra il modo in cui presentiamo ed il modo in cui veniamo percepiti”

Performance Mind

Fasi operative ed articolazione utilità, vantaggi e caratteristiche.

Brain Management

Fasi operative ed articolazione utilità, vantaggi e caratteristiche.

News e Approfondimenti

edgedoll.com

wordpress theme powered by jazzsurf.com